Archivi tag: Windows

Resettare la password di Windows usando Linux

Stamattina, in una delle tante minuscole aziende di consulenza informatica, cioè di “supporto tecnico sottopagato”, si è verificata una scena già vista milioni di volte: un cliente entra in preda al panico col computer in mano, e piangendo e gridando e roteando i pugni in aria e sparando fulmini dalle orecchie e non so che altro, annuncia di non ricordarsi più la password di Windows e scaraventa il computer su una scrivania con una forza tale da scinderla in due. La scrivania era quella del proprietario dell’azienda, nonché unico dipendente, che con calma ieratica ha detto «Vedremo cosa si può fare.» e ha immediatamente appaltato il lavoro a 3agle3ye in base a logiche che non starò a spiegare.

3agle3ye decide di usare Mint per risolvere il problema, ma solo perché in quel preciso istante era lì di fianco e aveva una chiavetta con Mint nella mano destra.

L’intera vicenda mi è stata raccontata da 3agle3ye, ma per qualche ragione l’articolo lo devo scrivere io: vabbbbbbè…

Continua a leggere

Ultimi commenti su Windows Phone

3agle3ye qualche tempo fa, disgustato da Android, era passato a Windows Phone. Visto che anche lì non funzionava nulla e c’era Cortana, di recente è tornato a un telefono con un sistema operativo usato da più dello 0.0001% della popolazione mondiale e privo di invadenti assistenti virtuali. E con la tastiera che non lagga (perché gli succedeva anche quello).

Continua a leggere

Icone sul desktop: sì o no?

È una questione di preferenza personale. Fine.

No, ok, non posso scrivere un articolo così corto.
Innanzitutto, ritengo necessario specificare che Linux mi sta rendendo un fan del minimalismo, perché provando a fare le cose non minimaliste ci vogliono 12 anni di fatiche assurde e pacchetti non supportati e abbandonati e tutto prende fuoco dopo 3 secondi.
Poi che il desktop è scomodo.

Continua a leggere

BSOD arancione

Faccio tornare in vita il computer dallo standby come ho fatto centinaia di volte. Invece di vedere la schermata di login di Windows, mi ritrovo davanti un BSOD. Non uno qualsiasi, ma il BSOD più strano che abbia mai visto in vita mia: sfondo nero, testo arancione e puntatore bloccato sullo schermo.

BSOD arancione

Ho dovuto combattere un po’ col bilanciamento del bianco, ma il testo aveva esattamente questo colore. Il puntatore era bianco, visibilmente diverso dal testo, ma per ragioni inconoscibili per la macchina fotografica aveva tutto lo stesso colore.

Attivo immediatamente la panic mode: non può essere un vero BSOD, questa cosa qua! Adesso se riavvio non è che mi ritrovo uno di quei virus che dicono “Siamo della polizia, fidati (very legit) e paga 9001 Bitcoin a uno sconosciuto per poter decriptare il contenuto del tuo disco rigido. Immediatamente”? Va beh che ho i backup di tutto, però…

Continua a leggere

Windows Phone non riconosciuto da Windows 10

3agle3ye è rimasto talmente disgustato dall’esperienza del flashaggio fallito del suo telefono Android, che da tre mesi ha un telefono con Windows Phone.

Stasera ha connesso il suddetto telefono al computer con lo stesso cavo, nello stesso modo, nella stessa maniera rituale, con i dovuti atti propiziatori degli dèi inferi, insomma, tutto al modo solito e ovviamente nulla ha funzionato.

A ciò è seguita un’ora esatta di bestemmie in chat alle quali sono stato reso partecipe, iniziata così:

3agle3ye: possibile WINDOWS non mi veda il LUMIA?
3agle3ye: WTF
3agle3ye: E’ MICROSOFT.
3agle3ye: ora devi fare i peggio lacchezzi a collegare MICROSOFT CON MICROSOFT
3agle3ye: TI PARE IL CASO?

Continua a leggere

Secure Boot: non disattivabile

Nell’ultima puntata: l’HashTool non è una via percorribile, i *buntu vanno e Kali Linux non supporta Secure Boot nonostante venga dichiarato il contrario, cioè, ehm, sono io che sono stupido e non so farlo funzionare, sì sì, proprio così.

Arch è la mia salvezza, perché funziona sempre. Al primo colpo. O al massimo al secondo. Anche se aggiungere l’hash del kernel alle MOK con l’HashTool (sì, è questo che si fa) non è una via per me ottimale, è partito subito. Senza neanche dover cercare cosa dovevo fare. Poi l’ho cercato comunque per sincerarmi di non star piallando la chiave Microsoft o qualcosa del genere.

Comunque, Arch include questa UEFI Shell: vediamo di che si tratta.

Continua a leggere

Secure Boot: la maledizione

Secure Boot è una porcheria invereconda che dovrebbe fornire all’utente un falso senso di sicurezza, oltre a portare all’esasperazione quei pazzi che vogliono avviare un sistema operativo che non sia Windows installato dall’OEM.

La cosa che mi lascia assai sorpreso è che gli OEM, per appicicare il logo di Windows 8 sui loro pc, secondo i dettami di Microsoft, devono attivare Secure Boot di default e lasciare obbligatoriamente all’utente la possibilità di disattivarlo.

Con Windows 10 pare che invece la possibilità di disattivarlo sia diventata opzionale, quindi verrà immediatamente rimossa da tutti gli OEM in simultanea. Con Windows 11 probabilmente verranno a spararmi un colpo di fucile nella schiena se cerco di avviare Linux.

Continua a leggere