Resettare la password di Windows usando Linux

Stamattina, in una delle tante minuscole aziende di consulenza informatica, cioè di “supporto tecnico sottopagato”, si è verificata una scena già vista milioni di volte: un cliente entra in preda al panico col computer in mano, e piangendo e gridando e roteando i pugni in aria e sparando fulmini dalle orecchie e non so che altro, annuncia di non ricordarsi più la password di Windows e scaraventa il computer su una scrivania con una forza tale da scinderla in due. La scrivania era quella del proprietario dell’azienda, nonché unico dipendente, che con calma ieratica ha detto «Vedremo cosa si può fare.» e ha immediatamente appaltato il lavoro a 3agle3ye in base a logiche che non starò a spiegare.

3agle3ye decide di usare Mint per risolvere il problema, ma solo perché in quel preciso istante era lì di fianco e aveva una chiavetta con Mint nella mano destra.

L’intera vicenda mi è stata raccontata da 3agle3ye, ma per qualche ragione l’articolo lo devo scrivere io: vabbbbbbè…

Continua a leggere

Recensione SSD KingDian

SSD KingDian

SSD KingDian, ancora in scatola

L’ho messo su un portatile vecchio. Va molto bene.

Non lo userei per un pc “serio” più per la psicologia del nome che per il fatto che sia cinese. Certamente su un portatile uso normale mettilo intrafinefatta!

Ho ricevuto il prodotto a prezzo pieno al fine di utilizzarlo. E l’ho ricevuto perché l’ho ordinato e pagato con i miei soldi, non perché me l’ha offerto il produttore. In un secondo momento ho pensato anche di farci una recensione imparziale, onesta, sincera, naturale, genuina, artigianale e biologica, cioè questa, che è più corta del disclaimer che stai leggendo.

Solydx, atto IV (e una riflessione sul ruolo del sysadmin)

L’ultima volta, oltre un anno fa, mi stavo lamentando dei tanti piccoli bug che affliggono Solydx su quel vecchio e lento computer e che aumentano in continuazione, e mi ero retoricamente chiesto che distro installare. Beh, non l’ho scritto sul blog, ma circa un mese dopo ho effettivamente cambiato distro…

Continua a leggere

Tastiera Android (Gboard) suggerisce solo testo inglese

Ieri Google è stata in grado di rilasciare un aggiornamento della tastiera dal rovinoso esito: l’eccellente pezzo di software ora suggerisce solo testo in inglese e corregge in inglese.

Il problema sembra abbastanza diffuso, a giudicare dalle recensioni rabbiose che volano sul Play Store.

La soluzione è abbastanza semplice: eliminare cache e dati dell’app “Gboard”, perché chiamarla “tastiera” era troppo banale.

Rivistando Windows 10: sempre peggio

In qualità di tecnico informatico e sistemista sottopagato (nel senso che proprio nessuno mi paga) per familiari e parenti, mi è stato assegnato il compito di prendere in mano un nuovo portatile HP nato con Windows 10 e renderlo utilizzabile e privo di spazzatura preinstallata.

Ciò mi ha dato modo di valutare nuovamente Windows 10 e notare che è peggiorato rispetto all’ultima volta, ma andiamo con ordine.

Continua a leggere

Ultimi commenti su Windows Phone

3agle3ye qualche tempo fa, disgustato da Android, era passato a Windows Phone. Visto che anche lì non funzionava nulla e c’era Cortana, di recente è tornato a un telefono con un sistema operativo usato da più dello 0.0001% della popolazione mondiale e privo di invadenti assistenti virtuali. E con la tastiera che non lagga (perché gli succedeva anche quello).

Continua a leggere

DRM, sudiciume vario e percezione del valore

Le gentile università ci (a noi, umile plebaglia studentesca) mette a gentile disposizione, in formato digitale, aggratis, un librone di testo che normalmente costa 67 €. Contando che dobbiamo leggerne circa il 10%, se ne abbiamo voglia, perché forse più o meno approfondisce qualcosa rispetto alle lezioni o le chairifica o boh sì no forse chissà, e contando che è “gratis” nel senso che già lo paghiamo con le tasse, vale la pena cercare di scaricarlo.

Continua a leggere