Icone sul desktop: sì o no?

È una questione di preferenza personale. Fine.

No, ok, non posso scrivere un articolo così corto.
Innanzitutto, ritengo necessario specificare che Linux mi sta rendendo un fan del minimalismo, perché provando a fare le cose non minimaliste ci vogliono 12 anni di fatiche assurde e pacchetti non supportati e abbandonati e tutto prende fuoco dopo 3 secondi.
Poi che il desktop è scomodo.

È scomodo perché, almeno per me, di solito è sepolto sotto 20 strati di finestre: se anche riesco ad aprire un varco, spesso e volentieri l’icona che sto cercando è dall’altra parte dello schermo. Poiché siamo nel 2016 si può pensare che la funzione “mostra desktop” sia abbastanza comune e nota e infatti è così, ma se clicco un’icona del desktop di solito si apre una finestra, che risulta l’unica non-rimpicciolita, quindi se cerco di ripristinare la pila di finestre che c’era prima non posso più farlo col “mostra desktop” ma devo ingrandirle una alla volta, quindi è scomodo.

Traendo ispirazione da queste considerazioni, si potrebbe ordire qualcosa di innovativo e inaspettato: far aprire il desktop sopra alle finestre; che è in un certo senso quello che faceva Windows 8 col menu Start a schermo intero, o che faceva Gnome 3 col menu che non so se ha qualche nome più specifico di “menu”.

Lo Start a schermo intero di Windows 8 era orrendo e inutilizzabile nel mondo reale, nonostante i forum di informatica fossero pieni di autoproclamati sistemisti quindicenni che insultavano pesantemente le madri di chi osava affermare che fosse scomodo. Sembrava l’apice delle interfacce grafiche, il non plus ultra dei sistemi operativi, il futuro dell’informatica, e ora che c’è Windows 10 questo “futuro” è morto e sepolto. Per fortuna.

L’implementazione di Gnome era secondo me molto più sensata e funzionale, lo affermo con cognizione di causa avendo usato Gnome per un po’ sul netbook. I problemi di Gnome, tuttavia, sono altri: è “minimalista” non nel senso di “c’è esattamente quello che serve per un utilizzo basilare”, ma più nel senso di “mancano feature a caso quindi è inutilizzabile da chiunque non sia un alieno appena arrivato da un’altra galassia”, come commenta unanimemente chiunque l’abbia mai utilizzato.

Comunque, fino a circa un anno fa, gettavo tutto a caso sul desktop, era pieno di file che meritavano una collocazione migliore ma non ce l’avevano; poi ho trovato il coraggio di riordinarlo e smistare o distruggere tutto quel ciarpame, lasciando solo i collegamenti ai programmi.
Una ragione per cui ha senso lasciare quelli, su Windows, è che è l’unico modo di impostare una combinazione di tasti per avviare un programma: così avevo una combinazione per aprire la calcolatrice, una per il blocco note, etc… che erano estremamente utili.
Alcuni programmi che usavo più raramente non avevano una combinazione, ma li avevo ordinati con criterio: in alto a destra gli IDE, in basso a destra i programmi di backup e condivisione file, a sinistra i giochi, etc…

Ogni tanto capitava che smanettando con lo schermo o con qualsiasi cosa inerente la scheda grafica Windows mi cambiasse risoluzione per un istante per poi tornare subito a 1920×1080, ma non senza avermi rimescolato tutte le icone, vanificando completamente la “muscle memory” che avevo sviluppato, ma è secondario nel grande schema delle cose: il punto centrale è la comodità delle scorciatoie da tastiera.

Quando sono passato a Linux, conscio del fatto che già usare tint2 è un affronto al minimalismo di Openbox che, credo, in origine sia stato progettato per non richiedere alcuna barra o pannello o menu all’infuori del suo, ho deciso di non ingaggiare furibonde lotte con i file manager per avere le icone sul desktop, ma lasciarlo senza nulla.

Menu di Openbox

Menu di Openbox, il contenuto di “Appz” proviene da archlinux-xdg-menu.

Openbox permette di configurare approfonditamente le combinazioni di tasti per aprire i programmi e la struttura del menu, e così ho fatto, utilizzando il tasto di Windows che tanto non serve a nient’altro: Win+F apre il file manager, Win+R il terminale (su Windows apriva la finestra “esegui”, in cui il 99% delle volte digitavo “cmd”), Win+N il blocco note, Win+E oblogout, etc…
Firefox invece non ha una scorciatoia perché è sempre aperto.

Ovviamente solo alcuni programmi hanno una scorciatoia, quindi per tutto il resto c’è il menu di Openbox, che apro con Win+spazio, o Win+A per aprire solo l’elenco dei programmi.

Il menu a dire il vero l’ho modificato meno, facendo più che altro affidamento alle abilità di archlinux-xdg-menu di produrre un (sotto)menu dei programmi ordinato in maniera sensata.

Il risultato finale non meriterebbe neanche uno screen, visto che ora l’unica cosa che faccia dire che quello è un desktop è la presenza dello sfondo, ma lo metto comunque.

Desktop attuale

“Desktop” attuale, lo sfondo è questo: http://darkki1.deviantart.com/art/Freightliner-567540839

Un’alternativa al menu di Openbox sarebbe usare uno di quei programmi in cui si digita il nome di qualche altro programma o file che viene cercato celermente e poi aperto, che detto così non si capsice molto. Un software del genere è Synapse, ma ne esistono anche altri.

Alla fine con questo articolo non ho dato nessuna risposta definitiva o universale, ma l’avevo detto, è una questione di preferenza personale…

Giusto per mettere qualche altro screen che non porta nulla in più all’articolo, aggiungo che 3agle3ye mi ha seguito in questa “avventura”, rimuovendo il sudicio dei millenni dal proprio desktop e arrivando prima a questo risultato, che è simile a come avevo organizzato io il desktop su Windows:

Desktop di 3agle3ye, prima

Desktop di 3agle3ye, prima

Poi a questo:

Desktop di 3agle3ye, dopo

Desktop di 3agle3ye, dopo

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...