Riflessioni sulla gara al risparmio (su Amazon)

Prima si sceglie la qualità, poi si cerca il prezzo più basso per avere quella qualità.

I clienti che cercano il prezzo più basso in assoluto portano solo problemi, è meglio perderli che trovarli.

Queste due massime di commercio, economia e di vita sono spesso ignorate da clienti che poi lasciano recensioni furibonde su Amazon. È una questione più interessante di quello che sembra e ancora non ne ho capito la logica.

In linea generale, una persona dotata di senno dovrebbe accorgersi che se qualcosa costa molto meno della concorrenza, può esserci qualcosa di sospetto e conviene indagare prima di comprare.

Ma ancor di più, una persona che sia non completamente priva della razionalità che la distingue come essere umano da un’ameba, dovrebbe rendersi conto che se altre 200 persone ti stanno urlando «Quella cosa È sospetta e ti esploderà in mano dopo 3 secondi!» forse è il caso di cercare altrove.

Ma per alcune categorie di prodotti, per ragioni completamente ignote, molti smettono di pensare. È un fatto abbastanza noto. Una di queste categorie è l’informatica.

Su Amazon mi è capitato più volte di imbattermi in scene come quelle che sto per descrivere.

C’è il prodotto A, che costa 20 €. Cercando bene, nei meandri del sito si riesce a scovare anche il prodotto B, che fa la stessa cosa e costa 19,98 €.
Il prodotto A ha 2 recensioni da 5 stelle ed è “venduto e spedito da Amazon”, il prodotto B ha 326758923657289 recensioni infime e ce l’ha solo un venditore esterno con 3 feedback, tutti negativi, che spedisce dalla Cina per la modica cifra di 12 €.

Ovviamente tutti si avventano sul B, lo si evince dal numero di recensioni: ha perfettamente senso risparmiare 2 centesimi e pagare 12 € di spedizione, no?

Ma non finisce qui: di solito il prodotto B è visibilmente di qualità peggiore e dalle recensioni salta fuori che non funziona bene, entra in combustione spontanea, danneggia tutto ciò a cui lo si avvicina, non è compatibile con nulla, non è in grado di svolgere le funzioni che si prevede che svolga e chi più ne ha più  ne metta.

E ha 326758923657289 recensioni. Se 326758923657288 persone prima di te l’hanno comprato e se ne sono pentite, se tra i prodotti simili c’è il prodotto A, cosa ti spinge ancora a spendere 11,98 € in più per un oggetto totalmente inadeguato e in più aspettare 1 mese per la spedizione dalla Cina non tracciabile che immancabilmente finisce nelle tasche di qualche postino e non a casa tua?

Ora, dico, se le recensioni sono poche e ce ne sono di negative, magari si tratta di una partita fallata o di gente che ha comprato il prodotto senza capire a cosa servisse o come funzionasse (ho visto anche questo), magari vale la pena leggerle e valutare.
Beh, in ogni caso vale la pena leggere qualche recensione, perché anche 5 € sono pur sempre soldi e buttare i soldi non è una bella cosa.
Se poi la differenza di prezzo con il prodotto A fosse sostanziale, o almeno esistesse, si potrebbe anche sfidare la sorte, ma qui stiamo parlando di un altro caso, uno in cui una persona normale andrebbe direttamente sull’A senza pensarci due volte.

Se ci sono 326758923657288 recensioni negative, cosa ti spinge a desiderare di lasciare la 326758923657289ª che grida, come tutte le altre, «È ESPLOSO! CHE SCHIFO, CHE ODIO, CHE RANCORE! HO BUTTATO I MIEI SOLDI!»?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...